Smaltatura

smalti

Per smaltare i manufatti in ceramica Raku si usano degli smalti che abbiano un basso punto di fusione, tra i 900° ed i 1000°C. Si possono usare altresì gli smalti per maiolica, facilmente reperibili. Se si vuole ottenere una superficie più adatta a questo scopo e quindi più imperfetta della classica smaltatura industriale, conviene tagliare gli smalti per maiolica con della cristallina a base piombica.

Gli smalti e le cristalline si trovano in commercio solitamente in polvere e vanno diluiti con acqua in diverse percentuali. Solitamente si usa il 60% di polvere ed il 40% di acqua. Si può aggiungere al composto uno o due cucchiai di aceto per litro ed un pizzico di sale. questo si fa per non far decantare lo smalto sul fondo del contenitore. alcuni aggiungono anche un pizzico di gomma arabica onde evitare l’effetto pelatura.

La densità degli smalti e delle cristalline che useremo sono assolutamente personali. Consigliamo di fare delle prove su piccoli pezzi poco pregiati.

Attraverso le diverse percentuali di smalto e cristallina usate, potremo ottenere delle superfici più o meno opacizzate. L’aggiunta di ossidi metallici a questi smali ci fornirà un’ampia gamma di colori e iridescrnze. La percentuale di ossidi metallici dev’essere minima. in genere non conviene mai superare il 5%.

img_1369

Lo spettro cromatico che otterremo varierà in maniera considerevole a seconda che si proceda ad una cottura ossidante (ricca di ossigeno) o riducente (povera di ossigeno). Aggiungendo una piccolissima percentuale di nitrato d’argento si otterranno delle splendide iridescenze (2%). Se invece aggiungiamo il 2% di nitrato di bismuto, otterremo un bellissimo effetto madreperla.

Come abbiamo già spiegato la combinazione dei quattro elementi (terra, acqua, aria e fuoco) non darà mai con certezza i risultati che ci siamo prefissi. Sono troppe le variabili messe in gioco dalla natura. Ogni volta che si realizza un pezzo, si verifica una magia unica. A noi non è dato modificare il risultato finale.

    Tabella dei colori in ossidazione o riduzione con ossidi metallici:

ossido % ossidazione riduzione
Ossido di ferro 4 avana avana
Ossido di stagno 8 bianco bianco
Ossido di rame 2 verde rosso
Ossido di cromo 3 rosso verde
Carbonato di rame 1 celeste grigio blu
Carbonato di manganese 3 porpora porpora
Cobalto 1,5 blu blu